Foto sommario
21/12/2015
I.O.M. E PARADISI UN’AMICIZIA CHE DURA DA ANNI

Un’importante sinergia con l’associazione che da più di vent’anni opera nel territorio di Jesi e della Vallesina

È ormai un rapporto consolidato nel tempo quello che lega l’azienda Paradisi srl e l’Istituto Oncologico Marchigiano Jesi e Vallesina. Una condivisione profonda dei valori e degli scopi dell’associazione, che si è rafforzata negli anni grazie alla collaborazione in numerosi progetti.

Lo IOM Jesi e Vallesina nasce nel 1996 per coprire una richiesta e una carenza di assistenza nel Territorio per i malati Oncologici Terminali. L’ambito di competenza dell’associazione copre 3 distretti sanitari e 21 comuni nelle province di Ancona e Macerata. Lo IOM, che offre l’assistenza in modo completamente gratuito, si differenzia dalle altre Associazioni locali e nazionali grazie ad una struttura organizzativa basata su di una stretta collaborazione con i Medici di Famiglia e con i vai Reparti della struttura Ospedialiera di Jesi, con particolari sinergie con la Divisone di Oncologia.

Avendo ottenuto un importante accordo con le Strutture Pubbliche lo IOM dispone di personale infermieristico altamente specializzato fornito dall‘Ente. L’attività dello IOM riguarda il coordinamento dell’assistenza domiciliare e la messa a disposizione di tutti i mezzi organizzativi, logistici e tecnici al personale infermieristico.

Le attuali 8 risorse infermieristiche sono coadiuvati da risorse di supporto fornite dall IOM: psicologi, assistenti sanitari, e figure di coordinamento. Lo staff dell’Associazione si completa inoltre di un supporto amministrativo e di un team di volontari a serevizio delle necessità quotidiane dei pazienti: dalla semplice compagnia per chi vive da solo agli spostamentie e alla gestione della spesa.

Le attività dell’Associazione vengono vigiliate da un Consiglio di Amministrazione che oltre gli oneri tipici della gestione aziedale ratifica le strategie e le dinamiche economico finanziarie.

La definizione delle strategie è demandato al gruppo di lavoro denominato Comitato Tecnico Scientifico, composto oltre che da alcuni consiglieri dello IOM, da Medici Oncologi e da rappresentanti dei Medici di Famiglia. Tale Organo ha l’obiettivo di monitorare le sinergie tra lo IOM ed i soggetti quotidianamente coinvolti nell’attività di assistenza: il team infermieristico, i vari Reparti Ospedalieri coinvolti e i medici di famiglia. Le finalità del Comitato di fatto ambiscono a migliorare la qualità ed ampliare la gamma dei servizi per i pazienti oncologici.

Il servio di assistenza domiciliare, perfezionato negli anni, può essere definito una sorta di “Ospedale a Domicilio”: alimentazione, trasfusioni, cure palliative e terapia del dolore, oltre l’assistenza psicologica offerta non solo ai pazienti ma alle loro famiglie.

Il personale dello IOM entra nelle case dei pazienti ed offre un supporto ben maggiore dell’indispensabile assistenza medica. 

Grazie a continui investimenti in apparecchiature scientifiche i pazienti riescono ad evitare quasi completamente ricoveri ospedalieri. In quasi vent’anni di attività lo IOM si è preso cura di oltre 3000 pazienti con picchi di oltre 100 pazienti seguiti contemporaneamente.

Le fonti di sostentamento provengono oltre che da donazioni di: tanti privati, Fondazioni, Istituti di Credito ed Aziende del territorio, oltre le attività promosse da un Comitato Eventi. Il Comitato, in collaborazione con la Comunicazione ed il Marketing dello IOM, organizza nel corso dell’anno inziative ed eventi ludico culturali per diffondere l’immagine dell’Associazione e raccogliere gran parte dei fabbisogni finanziari necessari.

indietro
Commenti
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
Puoi inserire ancora 500 caratteri
HTML 4.01 Valid CSS Pagina caricata in: 0.027 secondi - Powered by Simplit CMS